tutti i documenti
  • tutti i documenti
  • SLA_IMAGES
  • SLA_PROJECTS
info

Consigli per la ricerca
Digitare la parola intera o le prime lettere nel campo "Ricerca..." e premere "Invio". Per cercare tra i documenti trovati aprire il menu a tendina della casella "tutti i documenti" e selezionare "tra i [n] documenti".
Evitare gli apostrofi nelle parole ricercate.
Le maiuscole, minuscole e accenti non influiscono sul risultato della ricerca.

Il risultato della ricerca visualizza quelle anteprime le cui schede contenengono una o piú parole semplici o composte "che iniziano per" il valore inserito; inserendo "sci" si trova anche "SCIovia", "SCIliar" "SCI alpinismo".
La ricerca semplice di piú parole viene eseguita con l'operatore "AND" e restringe il risultato all'aumentare delle parole.
La ricerca è anche supportata dal suggerimento automatico che può essere accettato selezionando una voce proposta e premendo il tasto "Invio".
In questo caso il risultato sarà ristretto alle schede che contengono unicamente la voce proposta, ad es. "SCI".
I suggerimenti diponibili possono essere legati ad immagini non accessibili all'utente collegato: il risultato della ricerca non darà, in questo caso, alcun esito.

Per agevolare la ricerca delle voci può essere utilizzato il carattere jolly "@" (chiocciola) prima del valore inserito: l'uso del carattere "@" consente di ottenere piú suggerimenti e trovare voci "che contengono" la parola inserita. Inserendo "@sci" compaiono i suggerimenti "piSCIna", "Fié allo SCIliar" "FaSCIsmo".
Si consiglia di utilizzare la chicciola solo per ottenere suggerimenti. La ricerca diretta delle immagini con l'uso della chiocciola (ad es. @sci) comporta lunghi tempi di attesa ed è sconsigliata.

Ricerca avanzata
Seleziona ambito ricerca :
tutti i documenti
  • tutti i documenti
  • SLA_IMAGES
  • SLA_PROJECTS
Ricerca per geolocalizzazione
Ricerca :
Digitare indirizzo, città, paese, località... :
Distanza :  vicino
Seleziona ambito ricerca :
tutti i documenti
  • tutti i documenti
  • SLA_IMAGES
  • SLA_PROJECTS
Ricerca per colore
Seleziona ambito ricerca :
tutti i documenti
  • tutti i documenti
  • SLA_IMAGES
  • SLA_PROJECTS
info

Fondi fotografici

L'elenco di ogni sezione si compone di una breve descrizione del contenuto accanto ad un'icona.

"more info" Più informazioni si possono avere cliccando la crocetta rossa accanto a "more info".
La lista delle anteprime di tutte le immagini legate ad un fondo, evento o tema apparirà in una nuova pagina cliccando sulla relativa icona.
"Visualizza una selezione significativa di immagini": se si desidera una ristretta panoramica sul contenuto.

"Ricerca...": Per effettuare una ricerca semplice utilizzare i campi disponibili in alto a sinistra.
I lemma suggeriti potrebbero essere collegati con immagini non accessibili all'utente "Ospite", in tal caso non ci sarà esito positivo. Il percorso attivo e i tasti di navigazione del browser aiutano lo spostamento tra le sezioni.
La "Ricerca avanzata" (se disponibile) esegue una ricerca nel database e su campi scelti dall'utente.

L'attività di collezionismo di Helene Oberleiter ha dato vita, nel corso di svariati anni, a una ricca raccolta di materiale documentale e fotografico relativo alla storia del territorio altoatesino. La notevole collezione di immagini si compone di cartoline illustrate, fotografie, album fotografici, quaderni e libri pieghevoli in formato leporello. Sono principalmente ritratti motivi architettonici e paesaggistici della zona di Bolzano, Merano e della Val Pusteria. In misura più contenuta sono presenti eventi e manifestazioni distribuiti sul territorio locale e nazionale dalla fine del XIX fino agli anni '60 del XX secolo. Di particolare interesse la sezione dedicata al periodo compreso tra la prima e la seconda guerra mondiale.

1107 documenti legati

more info more info

FONDO \GENERATORE del - : COLLEZIONE OBERLEITER HELENE (058)
PERIODO:
SERIE DEL FONDO:
Il fondo è suddiviso in cinque serie:
ARCHITETTURA: La serie più abbondante raggruppa immagini di vie ed edifici in Alto Adige e in Austria, specialmente delle città di Bolzano, Merano e Innsbruck.
Al suo interno si distinguono le sottoserie:
- Bolzano - Monumento alla Vittoria: il quaderno documenta le varie opere presenti nel Monumento alla Vittoria, tra cui le tre erme di Fabio Filzi, Damiano Chiesa e Cesare Battisti realizzate da Adolfo Wildt, la statua del Cristo risorto di Libero Andreotti ed elementi architettonici, come i dettagli dei rilievi e della cripta.
- Bolzano - 12 vedute artistiche ricordo: il leporello raffigura diverse opere e costruzioni caratteristiche come la vecchia chiesa parrocchiale di Gries, il duomo di Bolzano, il monumento a Walther von der Vogelweide, i ponti Druso e Talvera, il teatro civico, la fontana delle Rane e la funivia del Colle.
- Bolzano - 32 vedute: il leporello raccoglie varie vedute panoramiche di Bolzano e Gries e le costruzioni che enfatizzano bellezza e modernità della città. Tra questi la stazione ferroviaria, la piazza Vittorio Emanuele (odierna piazza Walther), la ferrovia del Renon, la piazza della Parrocchia e il palazzo della Posta, il monumento a Walther von der Vogelweide nel parco Rosegger, il palazzo Ducale (un tempo villa Wendlandt), l'edificio del corpo d'armata, la chiesa parrocchiale, il monumento alla Vittoria, il ponte Druso, l'edificio GIL, il lido di Bolzano, la piazza delle Erbe, la passeggiata di Sant'Osvaldo, la piazza Littorio, la piazza IX Maggio, i portici di Bolzano, il Catinaccio, il Virgolo e il castel Roncolo.
- Kurort Meran - Alto Adige: il quaderno presenta il centro storico di Merano con i suoi luoghi simbolo. Tra le varie fotografie compare la torre della chiesa parrocchiale di San Nicolò, il Kurhaus, i portici di Merano, le passeggiate Tappeiner e Gilf, il monumento ad Andreas Hofer, il teatro civico, le porte Venosta e Passiria e il castel Tirolo.
- Costruzione dei Magazzini Generali ai Piani di Bolzano: la serie documenta le varie fasi di costruzione dei Magazzini Generali nell’attuale via del Macello a Bolzano nell'anno 1934, con vedute degli edifici esterni (in costruzione e completati) e dei locali interni (cella frigorifera, stanze per lo stoccaggio della carne, ecc.).
PAESAGGI: Le immagini di questa serie raffigurano le vedute paesaggistiche di diverse località in Alto Adige (tra queste Appiano, Bolzano, Brennero, Brunico, Campo Tures, Fortezza e Trafoi).
Nella serie si distinguono alcune sottoserie preesistenti articolate in album e quaderni:
- Album nr. 1003: album fotografico con immagini di paesaggi montani e masi ritratti in diverse località.
- Bolzano - Cortina d’Ampezzo: album fotografico con dodici vedute di Bolzano e delle Dolomiti.
- Le Dolomiti - 12 cartoline artistiche dietro quadri del pittore Harrison Compton: dodici riproduzioni dei dipinti del pittore Edward Harrison Compton stampate in formato cartolina.
PRIMA GUERRA MONDIALE: Le fotografie di questa serie ritraggono principalmente i soldati dell’esercito austroungarico impegnati in varie attività (parate militari in piazza, consumo del rancio, giuramento di fedeltà alla patria, saluti alle autorità prima della partenza al fronte). Completano la serie diverse cartoline illustrate a mano di propaganda alla guerra che, raffigurano il tema della difesa della patria e documentano scene di battaglia e la sofferenza dei militari nel congedo dalla famiglia partendo per il fronte.
In questa serie spicca il leporello:
- Il Martirio dei Trentini Battisti-Filzi-Chiesa, che documenta la cattura e l’esecuzione degli irredentisti trentini Cesare Battisti, Fabio Filzi e Damiano Chiesa.
SECONDA GUERRA MONDIALE: Una limitata selezione di immagini della collezione, prodotta tra il 1939 e il 1945, ritrae i soldati in posa o impegnati in varie attività ed i bombardamenti aerei subiti dalla città di Bolzano nel '43.
EVENTI E MANIFESTAZIONI: Nella collezione sono raffigurati diversi eventi e manifestazioni di rilevanza locale (Tirolo, Alto Adige e Trentino) tra la fine del 1800 fino agli anni Sessanta del 1900. Sono documentate in particolare le visite in Alto Adige di varie personalità politiche tra membri reali della monarchia austro-ungarica e del regno d'Italia così come i rappresentanti della scena politica locale e nazionale. Troviamo ad esempio Francesco Ferdinando d’Asburgo-Este durante l’inaugurazione della Chiesa del Sacro Cuore in via della Roggia a Bolzano, Carlo I d'Austria e Zita di Borbone-Parma in visita alla città di Bolzano, Vittorio Emanuele III di Savoia e Elena del Montenegro ricevuti in piazza Dante a Trento, Amedeo di Savoia-Aosta in visita alla centrale elettrica "Carlo Cicogna" di Cardano, Umberto II di Savoia e Achille Starace al Gran Premio di Merano, Giuseppe Mastromattei alla fabbrica della Lancia in zona industriale a Bolzano, Lydia d'Arenberg di fronte al monumento alla Vittoria in occasione della "Giornata della fede". Sono inoltre presenti diverse immagini di stampo propagandistico fascista relative al Concorso Nazionale per la Vittoria Del Grano o delle fotografie dedicate a manifestazioni locali (come la sfilata dei Balilla allo Stadio Druso del 1936 e la cosiddetta "giornata rurale" del 1939 organizzata in piazza Walther e a Bolzano) e nazionali (tra cui l'esposizione di Torino del 1928, la fiera di Milano del 1938 e la mostra della Rivoluzione fascista del 1932).
Due album fotografici compongono le sottoserie:
- Grande Escursione Alpina Nazionale dalle Dolomiti al Brennero: Tra il 14 e il 20 settembre 1921 la Sezione di Milano del Club Alpino Italiano (CAI) organizzò un'escursione alpinistica, di stampo patriottico e nazionalista, lungo le montagne di confine del territorio altoatesino. Ad essa presero parte circa cinquecento soci provenienti da tutte le regioni d'Italia. Le fotografie testimoniano alcune delle varie tappe del percorso.
- Grande Escursione Nazionale nella Venezia Tridentina: Con il sostegno del Primo Corpo d'Armata al comando del generale Pecori-Giraldi, il Touring Club Italiano organizzò nel luglio del 1919 un'escursione rivolta ai membri dell'associazione per visitare i nuovi territori annessi al Regno d'Italia, cioè il Trentino, l'Alto Adige e l'Ampezzano. L'organizzazione ebbe un'impostazione di tipo militare. I partecipanti furono suddivisi in centurie, ciascuna al comando di un capitano della Prima Armata, e le centurie a loro volta strutturate in sezioni, ciascuna composta da quattro gruppi di quattordici persone. Lo scopo dell'escursione, marcatamente patriottico, era di far conoscere al pubblico italiano le bellezze paesaggistiche di questa "nuova zona", precedentemente sotto il dominio austro-ungarico, e di instaurare un primo rapporto con la popolazione locale. Le fotografie documentano le varie tappe del percorso.

FORMA d. CITAZIONE (T): © Archivio provinciale, Collezione Helene Oberleiter, [codice img]
COPYRIGHT (T): PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - COMUNICAZIONE AL PUBBLICO

Il "Landesverband für Heimatpflege in Südtirol" è particolarmente attivo nella salvaguardia degli insiemi e nel mantenimento di un caratteristico quadro paesaggistico territoriale. Fra gli obiettivi della "Heimatpflege" (cura del territorio) rientrano la cura e la salvaguardia del patrimonio naturale, monumentale ed architettonico. Negli anni '70 dello scorso secolo Josef Kasebacher, amministratore delegato dell'associazione, propose di intraprendere un rilievo fotografico del patrimonio architettonico e paesaggistico altoatesino. L'incarico fu affidato nel giugno del 1976 a Hans Knoll, che iniziò la sua attività per l'associazione. A metà degli anni '80 la campagna di rilievo fu interrotta. Benché incompleta, la cospicua documentazione fotografica prodotta in quella circostanza rappresenta un'importante panoramica di edifici, monumenti ai caduti e paesaggi del territorio altoatesino.
Durante la catalogazione delle immagini, i beni immobili fotografati sono stati identificati partendo dagli appunti di Knoll, avvalendosi del Monumentbrowser (un elenco aggiornato di tutti i beni architettonici vincolati in Provincia) e degli strumenti digitali di geolocalizzazione. A quelli non identificati si è ritenuto opportuno dare pubblicazione come testimonianza ugualmente utile dell'esistenza del bene e del valore della collezione fotografica. Una più approfondita e quanto mai dispendiosa ricerca sulla loro identità viene rimandata a tempi futuri e alla collaborazione degli interessati.
I beni architettonici vincolati riportano anche informazioni geografiche e un link al Monumentbrowser.

3489 documenti legati

more info more info

FONDO \GENERATORE del - : LANDESVERBAND FÜR HEIMATPFLEGE IN SÜDTIROL (049)
PERIODO:
SERIE DEL FONDO:
L'archivio fotografico è stato suddiviso nelle seguenti serie:
ARCHITETTURA CIVILE: edifici e case residenziali (condomini e case a schiera), edifici industriali e commerciali (hotel, alberghi, locande, negozi, pensioni e aziende vinicole).
ARCHITETTURA NOBILIARE: residenze, palazzi e castelli.
ARCHITETTURA RURALE: edifici agricoli (fienili, granai e rimesse), proprietà fondiarie del maso come case di abitazione delle famiglie e proprietà comuni condivise con altri masi (terreni, boschi e pascoli) ed edifici accessori (forni esterni per il pane, mulini ad acqua, essiccatoi per il foraggio).
ARCHITETTURA SACRA: chiese, canoniche, monasteri e collegiate, cappelle, cimiteri, croci viarie, edicole e capitelli votivi.
MONUMENTI AI CADUTI: la serie offre una panoramica sul significato di questa tipologia di monumento relativa alla commemorazione dei caduti e dei dispersi di entrambe le guerre mondiali e sulla sua distribuzione sul territorio.
OPERE PUBBLICHE: vie di comunicazione (autostrada del Brennero e strade urbane), infrastrutture (viadotti, ponti, sottopassi e gallerie), edifici amministrativi (municipi), scolastici (scuole di diverso ordine e grado e studentati), per attività ricreative (case della cultura e delle associazioni) e ospedali.
PAESAGGI MONTANI: paesaggi montani, di valle e rurali.
PAESAGGI URBANI: vedute panoramiche di città e paesi del territorio altoatesino.

FORMA d. CITAZIONE (T): © Archivio Provinciale, Landesverband für Heimatpflege in Südtirol, [Codice img
COPYRIGHT (T): PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - TUTTI I DIRITTI

50 anni dopo gli eventi accaduti negli anni attorno al 1939 questa parte di storia sudtirolese, che in un certo senso ha riguardato e coinvolto tutti e tre i gruppo linguistici, tedeschi, ladini e italiani, è stata elaborata per la prima volta in modo storico e scientifico in forma di mostra e con relativo catalogo. Iniziatore di questa manifestazione è stato il Tiroler Geschichtsverein che ha cercato e radunato, in un lungo e faticoso processo, le testimonianze dei protagonisti, i documenti e le fotografie. Le fotografie sono state digitalizzate ed una parte di loro è contenuta in questa collezione. I documenti originali sono rimasti, nella maggior parte dei casi, presso i proprietari.
Questa raccolta tematica di immagini relative al tema delle Opzioni è composta prevalentemente da immagini riprodotte su negativo bianconero in occasione dell'esposizione 'Option-Heimat-Opzioni' del 1989 e da immagini digitalizzate successivamente e provenienti da archivi diversi.

1771 documenti legati

more info more info

FONDO \GENERATORE del - : COLLEZIONE OPZIONI - TIROLER GESCHICHTSVEREIN (007)
PERIODO:
SERIE DEL FONDO:
Durante la catalogazione sono emerse 9 tematiche, che rispecchiano anche la struttura della mostra.
PRIMA GUERRA MONDIALE: Serie di immagini tra altri di Standschützen austriaci, parate militari a Cortaccia e Villabassa.
FASCISMO DALLA PRESA DI POTERE: Questa serie raggruppa immagini di diverse collezioni private. In parte documentano le consegeunze dell'italianizzazione del Sudtirolo in un periodo tra il 1930 e 1950: sudtirolesi arruolati soldati nelle truppe italiane in Etiopia, bambini della popolazione tedesca in asili, scuole o colonie estive italiane, feste fasciste come la Befana fascista, visite di altri dirigenti del partito fascista in scuole italiane, e attività del tempo libero della popolazione di lungua italiana. In parte documentano le attività della popolazione di lingua tedesca, in particolare dalla formazione VKS che organizzava campeggi per studenti, feste di danza popolare e gite per gli attivisti.
DOPOGUERRA 2°GM: Questa serie raggruppa immagini sul ritorno di superstiti di guerra e dei Rücksiedler, sulla costruzione di case per i Rücksiedler, parate e sfilate di Schützen e bande musicali, contadinni al lavoro nei masi e avvenimenti coma la liberazione degli ostaggi sul lago di Braies.
OPERATIONSZONE ALPENVORLAND: Questa serie roggruppa le immagini che documentano il periodo tra il 1943-1945: manifesatzione della ADO (campeggi o incontri di gruppi della ADO), conferimenti di emblemi, feste nazionalsocialiste, corsi per insegnanti, le rocche naziste e manifestazioni naziste in Alto Adige e nel Terzo Reich.
OPZIONI: Immagini degli anni 1939-1944: Optanti alla stazione ferroviaria prima della partenza, la sede della ADERST a Bressanone, gli attivitsti del VKS-ADO, gruppi di ballo popolare e ritratti di "Spielbuben", ragazzi dopo la visita di leva.
ALTO ADIGE 1918-1922: Immagini tratte dal periodo prima della guerra, riprese sepcialmente a Cortaccia e Penon: masi, vedute di paese, classi di scuola, lavoratori, bande musicali, gruppi teatrali, feste.
MIGRAZIONE: Famiglie suditrolesi nei territori assegnate ai migranti : Tux, Sonthofen, Holm, Schwarzendorf, Münster im Unterinntal, le colonie dei migranti a Lienz, Salisburgo; inoltre troviamo immagini di migranti nella Val Fersina a Palai, sudtirolesi nella scuola del Reich (NAPOLA) ad Achern in Baden; incontri della AdO sull'Alpe di Siusi, lle rocche naziste a Sonthofen, manifestazioni naziste a Monaco di Baviera e al Krössinsee.
PRIMA DEL 1914: Immagini di masi, case e chiese specialmente a Oltrisarco, Cortaccia, Enticlar, Penon, Curon; foto di famiglia, cori, classi scolastiche, bande musicali, Standschützen; alcune immagini di Valdaora, Chiusa, Selva dei Molini, Tirolo: vedute di paese, inaugurazione del monumento a Peter Siegmaier a Valdaora, foto di famiglia.
SECONDA GUERRA MONDIALE:Soldati sudtirolesi prima della partenza verso il fronte (Francia, Polonia, Russia, Cecoslovacchia), funerali di soldati della Wehrmacht a Cortina d'Ampezzo e Alto Adige, il paese di Villabassa distrutto da bombardamenti; soldati di confine italiani.
FORMA d. CITAZIONE (T):
COPYRIGHT (T): PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - COMUNICAZIONE AL PUBBLICO

Selezione
Visualizza selezione
Trascina qui per rimuovere dalla selezione